Politica regionale, Sicilia

Palermo, Raffaele Lombardo gioca d’anticipo: “Mi dimetterò un minuto prima che il gup decida”. Si apre la corsa alla vicepresidenza della Regione, che non può restare affidata a Giosuè Marino


PALERMO. A una settimana dalla richiesta del gip Luigi Barone di formulare l’imputazione coatta a suo carico, e a uno dalla stesura del provvedimento da parte del pm, il presidente della Regione gioca d’anticipo: « Mi dimetterò un minuto prima che il giudice decida su rinvio a giudizio o archiviazione. Anche se deciderò a chiedere il rito abbreviato mi dimetterò un minuto prima del pronunciamento dei giudici. I tempi? Credo che non ci sia alcuno che possa prevederli». Così ha detto ai giornalisti questa mattina Raffaele Lombardo, per il quale la Procura di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio per concorso esterno in associazione mafiosa insieme al fratello Angelo, deputato nazionale del Mpa.

Ma chi sarà il vicepresidente della Regione chiamato a guidare la Sicilia in una eventuale fase di transizione fino alle elezioni? È questo il centro del dibattito che attanaglia la maggioranza che appoggia Lombardo. Un passaggio di testimone tutt’altro che facile perché i tempi sono risicatissimi. Per l’attuale maggioranza, ma anche per l’Udc, si andrà a votare in autunno. Il Pdl, con il coordinatore Giuseppe Castiglione, auspica invece un governo affidato all’Ars fino alla fine della legislatura. Ma arrivare nel 2013 potrebbe diventare un boomerang, visto che potrebbe concludersi l’iter del disegno di legge di riforma che taglia 20 deputati all’Assemblea, riducendoli da 90 a 70. Il punto, però, non è solo questo. In caso di dimissioni del presidente (con la convocazione di elezioni alla prima tornata elettorale disponibile), a prendere in mano i destini della Regione, come da Statuto, sarà il vicepresidente. Che, attualmente, è Giosuè Marino. L’assessore all’Energia, però, non può ricoprire tale incarico, riservato dalla “carta fondamentale” dell’autonomia siciliana a un deputato eletto all’Assemblea. Da qui la discussione in atto, che vedrà Lombardo, già “stressato” sul fronte giudiziario, impegnato ad utilizzare tutte le sue “antiche arti” di mediazione imparate nella Dc.

Quando a dimettersi fu Totò Cuffaro, in seguito alla condanna per lo stesso reato contestato a Lombardo, le redini passarono a Lino Leanza, già segretario del Mpa e, al pari di Giovanni Pistorio (senatore autonomista), uno degli uomini di fiducia del governatore. L’animo di Lombardo sarebbe per puntare proprio su di lui, ma agli alleati non sta bene. È necessaria una figura più equidistante. E non appartenente al Movimento per le Autonomie. Per questo, tra i papabili c’è un esponente del Pd appartenente all’area “Innovazioni”, Baldo Gucciardi, il deputato trapanese che si contende un eventuale assessorato con un altro esponente della corrente, il messinese Franco Rinaldi. Per procedere alla nomina, però, si dovranno fare alcuni passi prima dell’udienza dal gip che potrebbe costare il rinvio a giudizio di Lombardo…

(continua su Centonove in edicola fino a giovedì 12)

 

About these ads

Informazioni su Centonove

Nato nel 1993, il settimanale Centonove, edito a Messina, è stato il primo progetto di imprenditorialità giovanile in Italia in campo editoriale. Testata certificata ADS con una foliazione di 48 pagine e quattro giornalisti professionisti in redazione, si distingue nel panorama regionale siciliano per vivacità di impostazione e serietà dell’approfondimento giornalistico

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 63 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: